GLI OSCAR VISTI DA MARVIN (ex post)

Pubblicato: marzo 3, 2014 in Uncategorized
Tag:, ,

86th Oscar: le nomination per il miglior film Fonte: it.cinema.yahoo.com

Come ogni anno arrivano puntuali gli Oscar!!!! yeah!!!!!!!!!

E come ogni anno bisogna fare un paio di considerazioni su cerimonia e premi in sè.

Iniziamo col dire che la cerimonia è stata, a detta di molti, un pò troppo soporifera: poche le sorprese, i momenti sopra le righe. Più che per i momenti divertenti questa cerimonia verrà ricordata per il coinvolgimento che la conduttrice di serata, Ellen DeGeneres, ha fatto con il pubblico in sala. Divertenti le consegne di pezzi di pizza a Harrison Ford o Jared Leto oppure il phobomb fatto ai danni di Sandra Bullock e Leonardo Di Caprio.

Ma ecco i premi che, come ogni anno, sono motivo di conferme di previsioni sui pareri del pubblico ma anche di sorprese che lasciano pensare e avanzare dubbi e perplessità.

Più che sui premi di tipo “attoriale” a me piace puntare l’attenzione su quelli “tecnici” semplicemente perché trovo che i primi (con l’aggiunta dei premi come Miglior Film e Miglior Regia) siano soggetti a tendenze e scelte quasi politiche….. Datemi pure del cospirazionista ma negli anni ho visto alcune mancanze clamorose riguardo a questa tipologia di premi.

Sul lato tecnico le cose, per fortuna, sono andate come dovevano andare. Un solo film quest’anno è riuscito non solo a fare un ottimo lavoro a livello tecnico (dire solo questo sarebbe riduttivo) ma a spostare i confini all’espressione di film sotto aspetti quali effetti speciali, sonori e montaggio. Sto parlando di “Gravity” di A.Cuaron che ha vinto tutto quello che poteva vincere sotto questi aspetti: Miglior Montaggio, Migliori Effetti Visivi, Miglior Sonoro,Miglior Fotografia e Miglior Montaggio Sonoro.

Per tutti colori che prediligono questi tipo di aspetti in una pellicola, è questo un film da prendere come esempio e non altri pieni di esplosioni, robot giganti e catastrofi naturali.

Altri premi che, di solito, non godono di molta popolarità nelle masse ma che invece risultano importanti per le generazioni future di registi, sono quelli relativi ai documentari. Sarebbe bene tenere d’occhio i vincitori di queste sezioni per conoscere quei filmmaker che potrebbero avere una prosperosa carriera.

Morgan Neville con “20 Feet from Starton ha vinto come Miglior Documentario; “The Lady in Number 6: Music Saved My Life” di Malcom Clarke e Nicholas Reed ha vinto come Miglior Corto Documentario.

Passando al reparto musicale, se parecchi si aspettavano che il gruppo U2 con “Ordinary Love” bissasse il successo avuto ai Golden Globe, si dovranno ricredere: qui le cose sono andate diversamente e i vincitori come Miglior Canzone Originale sono stati Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez per “Let It Go” tratta dal film Disney “Frozen”. Anche come Miglior Colonna Sonora c’è stata una piccola sorpresa: c’era chi puntava su “A Proposito di Davis” dei fratelli Coen e invece il premio è andato a “Gravity”. Per quanto sia stato contento nel vedere assegnato un altro premio al film di A.Cuaron, devo dire che mi è dispiaciuto che il vincitore non sia stato il film dei Coen.

Nella sezione animazione le sorprese sono pari a zero: il Miglior Corto Animato è stato “Mr. Hublot” di Laurent Witz e Alexandre Espigares; il Miglior Corto Live-Action è stato giudicato “Helium” di Anders Walter e Kim Magnusson mentre il Miglior Film D’Animazione è stato “Frozen” della Disney che, in fatto di Animazione non perde (quasi mai) un colpo.

Ora iniziano le noti dolenti…

Mi soffermo poco, citando solamente il premio come Miglior Film Straniero a “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, semplicemente perché saranno pieni i nostri giornali di articoli pieni di lodi. Penso che molti siano solamente falsi a riguardo visto che, parlando a livello statistico, su 10 persone che hanno visto il film 8 l’hanno trovato lento, noioso e che mette in scena un’Italia stereotipata e tipica dell’immaginario collettivo che all’estero hanno di noi.

Riguardo a Trucco, Scenografia e Costumi, la Miglior Scenografia è stata giudicata quella de “Il Grande Gatsby” che ha vinto anche come Migliori Costumi. Molti hanno “storto il naso” nel vedere che un film che è stato stroncato in maniera unanime da critica e pubblico sia riuscito a portarsi a casa ben due premi e invece film come “American Hustle” nominato in entrambe le categorie e con un totale di 10 nomination sia tornato a casa senza nessun premio. Peccato davvero. Qui forse si entra in un ambito un pò politico, del tipo “caro David O.Russell, visto che con i tuoi film precedenti (“The Fighter” e “Il Lato Positivo”) hai ottenuto diversi premi, con quest’ultimo film non è il caso di assegnarti niente!!!”. Sto esagerando? Forse sì, forse no.

Il premio come Miglior Trucco e Parrucco è andato, senza troppe sorprese al film “Dallas Buyers Club”.

Mia grande e positiva sorpresa è stata l’assegnazione come Miglior Sceneggiatura Originale al bellissimo film di Spike Jonze “Her”. Mia grande e negativa sorpresa è stata l’assegnazione come Miglior Sceneggiatura Non Originale al film al film “12 Anni Schiavo”. Avrei preferito e in maniera del tutto obiettiva come vincitore uno qualunque tra gli altri candidati. Ma su questo argomento ci torno dopo.

Meritevole del premio come Miglior Attore Non Protagonista sarebbe stato Jonah Hill per il film “The Wolf of Wall Street” e qui si parla  di un altro film, di un ottimo regista (Martin Scorsese)  che a fronte di 5 nomination non ha vinto niente. Il premio è andato invece a Jared Leto per il film “Dallas Buyers Club”. Sempre per questo film è stato assegnato  il premio come Miglior Attore Protagonista all’attore Matthew McConaughey. Qui non solo ci sarebbe da continuare il discorso sulla mancanze di premiazione del film di Scorsese ma sull’assurda e indecifrabile mancanza , ancora una volta, della premiazione dell’attore Leonardo DiCaprio. Ma è meglio passare oltre.

Per le donne stranissimo e sorprendente il mancato premio a Jennifer Lawrance (più che altro perchè veniva data per sicura al 100%) per la categoria Miglior Attrice Non Protagonista andandole a preferire Lupita Nyong’o presente nel film “12 Anni Schiavo”. Il discorso è lo stesso legato al premio come Miglior Sceneggiatura e che andrò a riprendere ancora in seguito. Nel comparto Miglior Attrice Protagonista il premio è stato vinto da Cate Blanchett. Per quanto il mio cuore preferisse Sandra Bullock, devo dire che questo risultato è più giusto e meritevole.

Se il premio come Miglior Regia non fosse andato a “Gravity”, visti tutti i discorsi tecnici detti in precedenza, sarebbe stata la più grossa delle assurdità, lo scempio più discutibile della storia!!! Ma fermo subito le polemiche: il premio è stato dato al film giusto e quindi io sono sereno.

Il premio come Miglior Film è stato assegnato a……”12 Anni schiavo”. Due parole al riguardo vanno spese…. Noterete che sto cercando di essere il più formale e professionale possibile.

Notoriamente quando un film vince in questa categoria dovrebbe vincere anche in quella come miglior regia ma questa cosa non è accaduta. Di solito quando una pellicola vince come miglior film dovrebbe esserci qualche altro premio in merito visto che miglior film indica la totalità del film rispetto al lavoro complessivo di altri. Certo, ha vinto in altre due categorie (miglior attrice non protagonista e miglior sceneggiatura non originale) ma stiamo parlando di sezioni dove ha vinto ma in maniera discutibile (ma questo può essere un mio personale pensiero) e inaspettata (e questo non è solo un mio personale pensiero). Per me la “totalità” d’insieme è stata raggiunta da “Gravity” visti i tanti premi tecnici (e quindi più corali) che ha vinto; forse la “totalità” d’insieme sarebbe stata raggiunta dal film “American Hustle” di D.O.Russell visto che aveva ricevuto ben 10 nomination di cui 4 in tutte le categorie attoriali che sta a indicare un livello recitato impressionante oltre ad alcuni aspetti tecnici riguardo a costumi, scenografie e quindi di lavoro di più persone.

Non capisco: sembra che ogni tanto bisogna premiare film (ma forse questo discorso può adattarsi ad altre tipologia di premi) solo per il significato che hanno (“12 Anni Schiavo” perla della schiavitù e quindi di un argomento molto importante) più che per la reale bellezza di riuscita tecnica. Inoltre c’è da fare anche un discorso di tipo registico: quando un buon autore realizza due o tre buoni film non lo si premia quasi mai come a dire: “Non vuoi essere una meteora? Vuoi essere considerato un ottimo autore? Produci ancora, su…”. Il regista Steve McQuenn ha realizzato due ottimi film precedentemente, “Shame” e “Hunger”, entrambi ampiamente premiati e ben considerati. Ma in questo suo terzo film, che a mio avviso risulta essere il più “hollywoodiano” dei suoi e quindi più digeribile e vendibile a livello economico, sembra che il suo stile molto forte dei suoi due film precedenti si sia un pochino ammorbidito per farsi maggiormente apprezzare dalle masse. Tutto questo ha portato alla conquista dell’ambito premio. Bravo Steve!!! Ti sei piegato al loro volere e hai ottenuto quello che volevi.

Annunci
commenti
  1. joe ha detto:

    A proposito de LA GRANDE BELLEZZA, ho l’impressione che chi non l’abbia gradito abbia P A U R A a dirlo in giro per timore di essere tacciato di mancanza di italianità patriottismo e tutti quei bei concetti retorici che vengono fuori in occasione di queste situazioni. Invito quindi le persone a cui non è piaciuto il film di dirlo apertamenteeeee!
    ciao marv, alla prossima ‘rece’

  2. 76sanfermo ha detto:

    Ho letto attentamente e ho cercato di imparare. Mi hai fatto venir voglia di vedere un sacco di film!
    The Great Beauty non mi e’ piaciuta granché , ma capisco perché abbia vinto in America.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...