GLI OSCAR VISTI DA JOE (ex ante)

Pubblicato: marzo 2, 2014 in Uncategorized
Tag:

Oscar

Fonte: it.cinema.yahoo.com

L’articolo che segue non vuole essere un parere autorevole sul discorso Oscar, né tanto meno vuole saperla lunga sull’argomento. Trattasi di semplici opinioni su potenziali vincitori e vinti dell’ambita statuetta, anche perché non ho visto tutti i film che concorrono alla kermesse.

Per la migliore attrice protagonista, Cate Blanchett dovrebbe vincere a mani basse. Sandra Bullock in Gravity è sicuramente molto brava (si trova a recitare da sola per quasi tutto il film), ma Blanchett in Blue Jasmine è inarrivabile: il suo personaggio, una donna vicino alla schizofrenia, risulta assai verosimile nel suo disturbo in quanto l’attrice infonde al suo ruolo tutta una serie di sfaccettature fuori dal comune. Judi Dench e Meryl Streep sono attrici di comprovata professionalità ma (e questa è un’impressione perché non ho visto i loro film) non credo che le loro performance possano scalfire la possibile vittoria di Blanchett. Se l’Academy vota diversamente organizzo una petizione affinché venga cambiato il verdetto. A parte le opinioni “sanguigne”, spiace vedere che la giuria abbia trascurato Emma Thompson che in Saving Mr. Banks si è difesa egregiamente.

Per quanto riguarda la miglior attrice non protagonista, proverei a sbilanciarmi su Sally Hawkins, che in Blue Jasmine fa la parte della sorella di Cate Blanchett. Ammetto di non aver visto le prove delle altre candidate, ma potrei azzardare per simpatia, al posto di Hawkins, una Jennifer Lawrence (attrice in fortissima ascesa) che, dopo aver vinto meritatissimamente l’anno scorso per Il lato positivo, si riconfermerebbe al top.

Tra gli uomini (miglior attore protagonista), la lotta è decisamente serrata. Vicini al filo di lana si troverebbero Leonardo di Caprio (che ho visto) e Matthew McConaughey (che non ho visto). Per quel che conosco Di Caprio, è la prima volta che lo vedo recitare a tutto tondo: varietà di toni, di espressioni facciali, capacità di muoversi tra registri recitativi molto diversi tra loro. Da quel che ho letto/sentito, McConaughey ha fatto un lavoro certosino per la costruzione del suo personaggio, sia sul fisico (è dimagrito parecchi chili) sia sulla recitazione. A breve vorrei riempire la lacuna ed andare a vedere il suo film per farmi un giudizio più appropriato in merito. Il terzo incomodo potrebbe essere rappresentato da Christian Bale che in American Hustle avrebbe dato una buona prova delle sue doti.

Tra gli attori non protagonisti, vale lo stesso discorso fatto sull’analoga categoria in versione femminile. Si dice che i Golden Globe siano un’anticamera dell’Oscar. Se così fosse, il premio dovrebbe essere vinto da Jared Leto, artista decisamente eclettico (oltre ad essere attore, è stato anche regista, ma è pure cantante e musicista): ma a parte queste mie vuote ipotesi, opinioni raccolte in giro gli accreditano meriti indiscussi per la parte che ha recitato.

Per il premio più importante (miglior film), il discorso è complesso. A mio modesto parere, davanti a tutti si collocherebbero The Wolf of Wall Street e Dallas Buyers Club, i film dove i protagonisti sono i già citati Di Caprio e McConaughey. Una considerazione che aggiungo qui riguardo a Wolf è che, pur ricostruendo molto bene l’atmosfera rampante degli anni ottanta (i famosi anni da bere), si tratti di un film che si regge molto sulla bravura di Di Caprio (e quindi darei a lui e a Scorsese le statuette di categoria). Premierei quindi Dallas Buyers Club per la tematica affrontata: l’AIDS nell’America degli anni ottanta, quando sono ancora presenti nell’opinione pubblica diversi pregiudizi al riguardo. Forse una vittoria di questo film potrebbe essere letta come un premio al politically correct. Forse. Occorrerebbe invece leggere diversamente l’argomento del film, cercando di mantenere sempre alto il livello di guardia verso la minaccia del virus.

Un ultimo spazio va lasciato ad una candidatura italiana, La grande bellezza, come miglior film straniero. Premetto che anche in questo caso non ho visto la pellicola (“Joe, ma che parli a fare se non hai visto più della metà dei film in concorso??!” “Ma lo sapete tutti che è tipicamente italiano parlare senza avere un minimo di cognizione di causa.. Perché non mi devo uniformare??”). Probabilmente prima o poi vedrò il film, ma attualmente alcuni miei contatti, il cui parere ritengo autorevole, affermano che non si tratti di un bel film nonostante la comprovata bravura del regista (Sorrentino) e del protagonista (Servillo). Per il resto, a parte queste poche voci contrarie, ho percepito che sia una specie di moda affermare che il film sia bello e meritevole. Al posto di questo film, mi sarebbe piaciuto vedere candidato Still Life di Uberto Pasolini (pellicola che HO visto). Still Life non è il solito film: è una storia dove il ritmo di vita del personaggio principale caratterizza ed influenza il ritmo della pellicola stessa. Se vi capita, andate a vederlo perché merita davvero.

Marvin, a te la parola per un commento ex post…

Annunci
commenti
  1. 76sanfermo ha detto:

    Gran daffare ,ti sei dato!
    Tutti dettagli utilissimi.
    Sono d’accordo sul film di Sorrentino: io l’ho visto e se vince sono contenta , pero’ mi ha lasciato non partecipe…..
    Grazie ancora e buon lavoro!

  2. joe ha detto:

    poi domani, a cose fatte, vedrò quanto ho toppato… 😀

  3. joe ha detto:

    azzeccato solo Blanchett, Leto e (quasi) McConaughey. Per il resto G R A N T O P P A T A!!!
    Ho un futuro in questo campo!!

  4. joe ha detto:

    visto anche Dallas buyers club… Leto insuperabile, meritato premio come per Blanchett. McConaughey sicuramente bravo, ma l’intonazione didascalica del film mette un po’ di ombra sulla sua interpretazione: avrei preferito DiCaprio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...